La partita, Notizie

Caltagirone beffato al 90°, la vittoria è del Ragusa

MARCATORI: 45’+1’ ST Priola.
CALTAGIRONE CALCIO: Parlabene, Travaglianti, Cinnirella (45’+6’ ST Manuello), Giordanella, S. Giarratana, Buttiglieri, Navanzino (43’ ST Amadou), Dampha, Ascia, Ruscica (11’ ST Lamarana), Giaquinta. A disp: Polessi, Di Martino, Galanti, Ferrera, Manuello, Iapichino, Conti. All: Samuel Buoncompagni.
RAGUSA CALCIO: Aglianò, Mazza, Principato, Valença, Lombardo, Priola, Butera, Mognì, Gargiulo, Furnò (39’ ST Linares), Passewe. A disp.: Cavone, Tumino, Savarese, La Terra, Abate, Ben Joudà, Blando, Kinna. All.: Filippo Raciti.
ARBITRO: Federico Forconi di Roma 2 (Sebastiano Antonio Grasso e Alessio Reitano di Acireale)

Vince all’ultimo minuto il Ragusa di mister Raciti dopo una partita combattuta e a tratti equilibrata. La formazione iblea è apparsa più in palla, grazie anche ad un organico costruito per vincere la categoria. Il Caltagirone dal canto suo non ha demeritato, i biancorossi hanno provato ad impensierire l’esperto Aglianò con le azioni propositive di Ascia, Dampha e Giaquinta. Al 20′ punizione magistrale di Valença, Parlabene si supera e manda in angolo. Al 34′ tiro di Furnò, Parlabene non blocca e la palla finisce sul palo. Nella ripresa prima palla gol per Navanzino che con un bel tiro colpisce la traversa. Pericolosi gli sospiti con Passewe e Gargiulo. Al 35′ bella triangolazione Dampha-Travaglianti-Giaquinta con quest’ultimo che di testa manca di poco la porta. Il gol del vantaggio arriva al 90′ e porta la firma di Priola che di testa manda in rete, disattenti i biancorossi in questa occasione. Triplice fischio,  il Ragusa conquistando i 3 punti mantiene saldo il primo posto in classifica. Arriva invece la prima sconfitta tra le mura amiche per il Caltagirone, che prima di questo match non aveva mai perso.

Nel post match il commento amaro di mister Buoncompagni: «C’è rammarico per aver preso gol in un calcio piazzato, durante la settimana avevamo preparato nel dettaglio queste occasione e all’ultimo minuto non siamo stati bravi e ci hanno punito. E’ stata una partita molto combattuta, conosciamo il valore del Ragusa, una squadra costruita per vincere il campionato. Noi in alcune occasioni durante il match non abbiamo messo in campo le nostre qualità, peccato per il gol preso in questo modo, il risultato più giusto era un pareggio. Non è una partita decisiva per il futuro, c’è ancora tanto in gioco».

Soddisfatto per la gara interpretata dai biancorossi il dirigente Zago:«Abbiamo lottato per 90 minuti, presenti su ogni pallone senza aver timore dell’avversario. Nel secondo tempo abbiamo sofferto di più, ma il risultato più giusto oggi era il pareggio. Peccato per il goal al 90esimo. Ringrazio tutti i nostri ragazzi per aver dato l’anima e il cuore. Ora testa a mercoledì, una partita importante quella di Coppa contro l’Enna, spero di rivedere lo stesso pubblico di oggi».

Diletta Sirna

Share

Lascia un commento